Archivi categoria: Può sempre servire

La nemesi del gratta e vinci

MILANO (Día-río) – Tentare  la fortuna con un gratta e vinci, qualcosa di tristemente quotidiano, persino ossessivo, per molte persone, qualcosa di allegramente allettante, da fare una volta all’anno, per altre. Qualcosa da fare nella solitudine della propria dipendenza, qualcosa da fare goliardicamente in compagnia degli amici, qualcosa che, in ogni caso, molto difficilmente si fa insieme ad uno sconosciuto.

La terza missione, che ritengo la più semplice fin’ora svolta, aveva come soggetto principale proprio il gratta e vinci. In breve: dovevo presentarmi in una ricevitoria comprarne due, grattarne uno io ed offrire l’altro ad uno sconosciuto. In cambio, avremmo diviso la vincita. Semplice perché – diversamente dalla prima e dalla seconda missione ­– offrire a qualcuno la possibilità di vincere qualcosa immediatamente, e gratis, è oggettivamente più facile che chiedere a qualcuno di regalarti qualcosa di suo. Anche se gli assicuri che sarà ricompensato.

Il problema principale è stato…

(Continua a leggere su Serendipiday)

11.07.2012

Annunci

Una missione da compiere

MILANO (Día-río) – «Missione compiuta!» Due parole che tutti nella vita vorremmo e dovremmo pronunciare più spesso. Segno di vittoria, che non vuol dire necessariamente la sconfitta di qualcun altro, ma semplicemente il trionfo su noi stessi. La prevaricazione della nostra volontà contro quell’inoperosità mentale – e fisica – che spesso ci contraddistingue. Icona di qualcosa che si è portato a termine grazie a noi stessi e nonostante noi stessi.

Sono le due parole che spero di pronunciare alla fine di questa settimana di prove milanesi. È ovvio, è un gioco, non è la vita, ma la serendipità è così… un giorno, guardandomi indietro, potrei trovare proprio nell’esperienze di questi giorni l’illuminazione che cercavo. E di esperienze ne vivrò e come. Frangenti, sguardi, incontri, strette di mano, rifiuti e sorrisi, tutt’una serie di impronte spontanee che raccoglierò sulla pellicola – che poi pellicola non è – della mia fotocamera.

Oggi, primo giorno, ho capito che in 26 minuti, e senza essere un professionista dell’accattonaggio avrei potuto raccogliere qualcosa come 6 euro. La cosa mi fa pensare. Chissà quanti giornalisti come me, quei soldi se li sognano per un pezzo. Rischiando, possibilmente, querele o minacce varie.

A parte le mie noiose considerazioni, mi sono divertito. Dovevo fingere di…

(Continua a leggere su Serendipiday)

09.07.2012

Antibiotici

L’Unione europea dichiara guerra agli antibiotici, colpevoli direttamente o indirettamente di circa 25 mila decessi in Europa. Bruxelles ha lanciato un piano quinquennale che prevede dodici azioni specifiche per contribuire a modificare la cultura del ricorso agli antibiotici che resiste presso medici, pazienti e negli ospedali, soprattutto nei Paesi del Sud dell’Europa, in particolare Grecia, Spagna e Italia.

Continua a leggere

Sicilia, Venturi e la banda larga

“Ritengo la banda larga una infrastruttura strategica al pari di altre, come ad esempio l’alta velocità per le ferrovie, o le autostrade, di cui però la Sicilia non è dotata come invece dovrebbe essere al fine di potere consentire una ‘normale’ competizione alle imprese che in Sicilia operano tra mille difficoltà”.

Continua a leggere

3,5 mln di auto senza assicurazione, e aumentano le truffe

In Italia circolano senza assicurazione 7 veicoli ogni 100. Un dato che, al di là della grande crisi economica che colpisce molte famiglie, soprattutto in Sicilia e nelle aree del Mezzogiorno, può essere collegato al caro rc auto. Il dato è fornito dalla Fondazione Aci “Filippo Caracciolo” con lo studio “Il falso documentale negli illeciti stradali” (come raccontano i dati dell’indagine Aci: “La Polizia locale in Italia”, relativi alla carenza di autovelox ed etilometri, che coinvolge in particolar modo l’Isola).

Continua a leggere

Strade sicure, in Sicilia scarseggiano autovelox, etilometri e telecamere

Le cronache degli ultimi giorni in Sicilia parlano di numerosi incidenti stradali mortali causati dall’eccessiva velocità o dal tasso alcolemico elevato nel sangue del conducente, Catania, Trapani, Palermo, a giro sono coinvolte tutte le province. Eventi che sono strettamente legati alle cifre fornite dall’indagine della Fondazione Aci “Filippo Caracciolo” con lo studio “La Polizia Locale in Italia”: la polizia locale nell’Isola dispone di pochissimi misuratori di velocità (autovelox), 2,7 ogni 100 mila abitanti, contro la media nazionale di 6,2; così come dispone di pochissimi etilometri, 0,6 ogni 100 mila abitanti, contro la media nazionale di 2,2.

Continua a leggere

Treni in Sicilia, “i tagli penalizzano il servizio già carente”

“I siciliani  non avranno più i treni che li collegano direttamente con Milano Venezia e Torino”. Queste le amare affermazioni del Segretario Generale della Fit Cisl Sicilia, Amedeo Benigno, e del Segretario regionale Fit Cisl Ferrovie, Mimmo Perrone. Che aggiungono: “Le tratte Roma-Agrigento e Agrigento-Roma si percorreranno soltanto in pullman”.

Ci saranno a causa dei tagli in Sicilia ci saranno meno treni a lunga percorrenza. Dai 26 treni ordinari più 4 periodici di oggi, si passerà a 5 collegamenti tra Palermo e Roma e 5 tra Siracusa e Roma, con le conseguenti perdite di posti di lavoro.

Continua a leggere