Archivi categoria: Questione ambientale

Antibiotici

L’Unione europea dichiara guerra agli antibiotici, colpevoli direttamente o indirettamente di circa 25 mila decessi in Europa. Bruxelles ha lanciato un piano quinquennale che prevede dodici azioni specifiche per contribuire a modificare la cultura del ricorso agli antibiotici che resiste presso medici, pazienti e negli ospedali, soprattutto nei Paesi del Sud dell’Europa, in particolare Grecia, Spagna e Italia.

Continua a leggere

Alcuni mesi fa l’Eni denunciava i sindacati a Gela

L’Eni ha presentato un esposto-denuncia alla polizia, al prefetto di Caltanissetta, Umberto Guidato e, per conoscenza, alla procura della Repubblica di Gela, ai danni dei sindacati edili Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil.

Continua a leggere

Il pericolo “chimico” della facoltà di Chimica

I problemi alla cittadella universitaria catanese, sembrano davvero non aver mai fine. Questa volta parliamo di Chimica, precisamente del corpo D (edificio 1) che sarebbe affetto da contaminazioni di rifiuti speciali. Come ha spiegato Quotidiano di Sicilia Matteo Iannitti del Movimento studentesco catanese: “L’edificio della facoltà di Chimica fino al 2011 non era agganciato alla rete delle acque nere, quindi veniva tutto scaricato al mare. Inoltre, fino agli anni novanta, come hanno denunciato molti degli studenti dell’epoca, a Chimica il meccanismo dello scarico dei rifiuti tossici era illegale, molto simile a quanto avveniva nella facoltà di Farmacia. Tutto questo – continua – avveniva sia per negligenza, sia perché le normative non erano affatto chiare. Oggi queste sostanze sarebbero riversate sul terreno sottostante la struttura”.

Continua a leggere

Confindustria Palermo e il masterplan modello per tutta l’Isola

Alla Regione tutti sembrano essere pienamente d’accordo con l’iniziativa promossa da Confindustria Palermo per lo sviluppo del Capoluogo. La Giunta regionale ha dichiarato interessanti per tutta l’Isola i progetti inseriti nel masterplan di Confindustria. Con una delibera, approvata immediatamente si consente di attivare per questi progetti procedure più snelle e rapide, attraverso la convocazione di conferenze di servizio.

Continua a leggere

…Come si stava nel messinese il 9 novembre scorso!

Dopo le abbondanti piogge della scorsa settimana, in particolare quelle del 9 novembre, il presidente della Provincia di Messina, Nanni Ricevuto ha chiesto alla Regione la dichiarazione dello stato di calamità naturale. Il nubifragio aveva interessato tutto il versante jonico del territorio messinese, causando dissesti, allagamenti, frane, e smottamenti. Tra le zone più colpite Letojanni e alcuni dei Comuni franati due anni fa. L’evento, in particolare, ha determinato la totale chiusura di strade provinciali di primaria importanza, comportando di conseguenza rischi e gravi disagi per le comunità.

Continua a leggere

Geologi: “Il dissesto idrogeologico resta priorità nazionale”

“Il dissesto idrogeologico deve essere inserito come priorità nazionale per un nuovo governo del territorio”. Questo l’appello del presidente dell’Ordine regionale dei geologi di Sicilia Emanuele Doria commentando le conseguenze sul territorio delle ultime ondate di maltempo.

Continua a leggere

Via mare dalla Sicilia Orientale fino in Grecia

Per i viaggiatori siciliani c’è una nuova soluzione se vogliono recarsi nel Nord Italia o per raggiungere la Grecia. Una nuova linea collegherà Genova-Catania-Corinto-Patrasso. Il Gruppo Grimaldi espande l’esistente trasporto merci anche al servizio passeggeri.

È partita proprio alle 23 di ieri da Genova la ro/pax “Catania” che sostituirà l’unità “Eurocargo Napoli”. L’arrivo al porto catanese è previsto per domenica alle ore 9 da dove salperà alle ore 13 verso Corinto e Patrasso.

Continua a leggere