Archivi categoria: Quotidiano di Sicilia

Il pericolo “chimico” della facoltà di Chimica

I problemi alla cittadella universitaria catanese, sembrano davvero non aver mai fine. Questa volta parliamo di Chimica, precisamente del corpo D (edificio 1) che sarebbe affetto da contaminazioni di rifiuti speciali. Come ha spiegato Quotidiano di Sicilia Matteo Iannitti del Movimento studentesco catanese: “L’edificio della facoltà di Chimica fino al 2011 non era agganciato alla rete delle acque nere, quindi veniva tutto scaricato al mare. Inoltre, fino agli anni novanta, come hanno denunciato molti degli studenti dell’epoca, a Chimica il meccanismo dello scarico dei rifiuti tossici era illegale, molto simile a quanto avveniva nella facoltà di Farmacia. Tutto questo – continua – avveniva sia per negligenza, sia perché le normative non erano affatto chiare. Oggi queste sostanze sarebbero riversate sul terreno sottostante la struttura”.

Continua a leggere

Annunci

Quando la Fiat anticipò l’addio a Termini Imerese

“La Fiat non cessa di stupirci. L’anticipazione della chiusura di Termini Imerese al prossimo 23 novembre crea ulteriori problemi, come se già la fuoriuscita della Fiat dallo stabilimento non fosse bastata”. Lo ha dichiarato il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, commentando la chiusura anticipata al prossimo 23 novembre dello stabilimento siciliano.

Continua a leggere

Confindustria Palermo e il masterplan modello per tutta l’Isola

Alla Regione tutti sembrano essere pienamente d’accordo con l’iniziativa promossa da Confindustria Palermo per lo sviluppo del Capoluogo. La Giunta regionale ha dichiarato interessanti per tutta l’Isola i progetti inseriti nel masterplan di Confindustria. Con una delibera, approvata immediatamente si consente di attivare per questi progetti procedure più snelle e rapide, attraverso la convocazione di conferenze di servizio.

Continua a leggere

Confindustria Catania, come prosegue il vostro monitoraggio contro la crisi?

Individuare i bisogni delle imprese etnee, le necessità professionali e formative, per rispondere fornendo un aiuto concreto alle aziende. Questo è ciò che Confindustria Catania vuole ottenere con il monitoraggio avviato tra le imprese catanesi, per dare una risposta adeguata per la crescita e lo sviluppo del sistema imprenditoriale e favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Continua a leggere

Sicilia, “Ospedale-Territorio senza dolore”

Il Coordinamento regionale per le cure palliative e terapia del dolore individuerà le modalità per l’implementazione del progetto “Ospedale-Territorio senza dolore”. E per far ciò la Sicilia ha a disposizione 175.079 euro, per il biennio 2010-11, messi a disposizione dall’Accordo della Conferenza Stato-Regioni del 28 ottobre 2010. È quanto il dirigente generale del dipartimento regionale per la Pianificazione strategica, Guizzardi, ha definitivamente approvato con il Decreto 21 ottobre 2011: Recepimento dell’accordo relativo alla ripartizione delle risorse destinate al finanziamento del progetto ridenominato “Ospedale-Territorio senza dolore” di cui all’articolo 6, comma 1, della Legge 15 marzo 2010, n. 38, pubblicato sulla Gurs n. 47 dello scorso venerdì 11 novembre.

Continua a leggere

…Come si stava nel messinese il 9 novembre scorso!

Dopo le abbondanti piogge della scorsa settimana, in particolare quelle del 9 novembre, il presidente della Provincia di Messina, Nanni Ricevuto ha chiesto alla Regione la dichiarazione dello stato di calamità naturale. Il nubifragio aveva interessato tutto il versante jonico del territorio messinese, causando dissesti, allagamenti, frane, e smottamenti. Tra le zone più colpite Letojanni e alcuni dei Comuni franati due anni fa. L’evento, in particolare, ha determinato la totale chiusura di strade provinciali di primaria importanza, comportando di conseguenza rischi e gravi disagi per le comunità.

Continua a leggere

Geologi: “Il dissesto idrogeologico resta priorità nazionale”

“Il dissesto idrogeologico deve essere inserito come priorità nazionale per un nuovo governo del territorio”. Questo l’appello del presidente dell’Ordine regionale dei geologi di Sicilia Emanuele Doria commentando le conseguenze sul territorio delle ultime ondate di maltempo.

Continua a leggere