Scuola, insegnante precaria da 37 anni ottiene la “cattedra di ruolo” ma sta per andare in pensione

“Meglio tardi che mai”. Sono queste le prime parole commosse di Vincenza D’Amico, (ex) precaria sessantatreenne della scuola italiana, dopo aver letto che quest’anno, finalmente, ha ottenuto la cattedra di docente di ruolo. E dopo 37 anni di precariato, la donna si dice “contenta così” perché “la vita va presa con filosofia e in questo modo ho potuto lavorare godendomi la famiglia. Sono arrivata a questa età conservando la qualifica di precaria a causa delle strane norme della burocrazia scolastica”.

La donna, originaria di Mussomeli in Provincia di Caltanissetta, è un’insegnante di educazione artistica e l’anno scorso aveva lavorato nella scuola media Pietro Leone di Caltanissetta. “Ho fatto per tanti anni l’insegnante migrante, senza mai poter mettere radice da qualche parte o in qualche scuola. Sono rimasta precaria per 37 anni. Adesso sarò di ruolo, anche se presto andrò in pensione. Vengo immessa in ruolo in un periodo di grave crisi: considero ciò una fortuna e mi viene da pensare a quelli che questo traguardo, con i tempi che corrono, rischiano di non raggiungerlo mai”.

(Per il Quotidiano di Sicilia del 2 settembre, pagina 9)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...