Volo cancellato, compagnia condannata a risarcire

Capita a volte a chi si appresta a prendere un aereo che, a causa del maltempo o di altri fattori esterni, per poter decollare sia necessario fare un trasferimento in pullman verso un altro scalo. Il tutto organizzato dalla stessa compagnia aerea. Di solito l’azienda è solita informare per tempo il viaggiatore del disaggio.

Non è stato così nel caso del volo Venezia-Catania del 3 maggio 2010. Il volo fu cancellato e la compagnia aerea, Meridiana Fly, non diede nessuna informazione ai passeggeri. Semplicemente fece regolarmente le operazioni di check-in, fornendo i passeggeri della carta d’imbarco, per poi spostarli in pullman da Venezia a Bologna e farli arrivare a destinazione con oltre quattro ore di ritardo. Adesso – come comunica in una nota Confconsumatori Sicilia, alla quale si erano rivolti tre utenti – il giudice di pace di Catania, Eleonora Distefano, ha condannato Meridiana Fly al pagamento di 550 euro per ogni passeggero.

Il giudice ha riconosciuto ai tre passeggeri i diritti previsti dal regolamento comunitario 261/2004 per cui Meridiana dovrà pagare a ciascuno di loro 250 euro come compensazione pecuniaria per la cancellazione del volo e 300 euro come risarcimento danni per il ritardo. Inoltre, dovrà rimborsare 70 euro a una passeggera, che era al quinto mese di gravidanza, per una visita ginecologica che ha dovuto fare al rientro.

(Per il Quotidiano di Sicilia del 17 agosto, pagina 5)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...