Antonino Scopelliti, esempio di civiltà, rettitudine e integrità morale

“Il buon giudice, nella sua solitudine, deve essere libero, onesto e coraggioso”. A parlare era Antonino Scopelliti, magistrato che ha combattuto cosa nostra e la ‘ndrangheta coraggiosamente. Molte le attestazione di stima da parte delle istituzioni, ieri, giorno del ventesimo anniversario dell’assassinio per mano mafiosa il 9 agosto1991, acominciare dalla segretaria generale della Presidenza della Repubblica.

Il presidente del Senato, Renato Schifani, in un messaggio invitato al presidente della Fondazione Scopelliti, fondata dalla figlia Rosanna, ha scritto: “La sua è stata, per chiunque l’abbia conosciuto, esempio di civiltà, rettitudine e integrità morale. All’amore per la verità, al rispetto per l’etica professionale e al rifiuto della corruzione e delle intimidazioni Antonino Scopelliti ha offerto il sacrificio estremo. Il suo esempio ha cambiato la coscienza di tanti, il suo eroismo quotidiano e silenzioso, la sua passione civile sono espressione di quale forza straordinaria possa avere il semplice, ma non facile, compimento del proprio dovere”.

Un ricordo commosso anche da parte del senatore del Pd Giuseppe Lumia, componente della Commissione antimafia, “Se oggi il nostro Paese ha superato la minaccia terrorismo e ha inferto duri colpi alle organizzazioni mafiose lo deve a persone come il magistrato Antonino Scopelliti. Il suo lavoro di magistrato capace e coraggioso diede un notevole contributo alla giustizia in alcuni dei momenti più delicati della Repubblica italiana”. Lumia sottolinea la sua importanza nel primo maxiprocesso: “Non esitò nemmeno un istante a preparare i rigetti dei ricorsi in Cassazione presentati dai legali dei boss condannati, neanche quando gli vennero offerti 5 miliardi di lire per raddrizzare la requisitoria”.

“Come è accaduto spesso nella storia del nostro Paese, e come continua ad accadere ancora oggi – denuncia Lumia – Scopelliti non fu adeguatamente protetto dallo Stato e supportato dall’opinione pubblica. La sua testimonianza sia un monito per quella parte sana della politica e della società affinché non faccia mancare con gesti concreti il sostegno a chi è in prima linea nella lotta alle mafie”.

(Per il Quotidiano di Sicilia del 10 agosto, pagina 2)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...