Mascalucia: campo al Catania in cambio di abbonamenti per i consiglieri

A Mascalucia si toglie ai poveri per dare ai ricchi. Questa la sintesi estrema di ciò che avviene con la gestione dei campi di calcio comunali. Eppure, sconcerta non poco scoprire che Consiglieri ed Amministratori, nel decidere la destinazione di un bene pubblico come un impianto sportivo, possano essere condizionati da prebende e doni che lasciano margine ad un ragionevole dubbio: hanno fatto l’interesse della cittadinanza o quello personale? I fatti documentano che mentre i ragazzi del Mascalucia Calcio sono costretti ad impegnativi e quotidiani spostamenti verso i campi dei comuni limitrofi, sia per gli allenamenti che per le gare. Le due strutture comunali, il Bonaiuto – Somma ed il Turi Guglielmino di Massanunziata, rimangono zone offlimits per loro, giovani mascaluciesi.

Da una parte c’è il Bonaiuto – Somma, inaccessibile a causa dei lavori di completamento del progetto generale del campo. Operazioni che dovevano essere ultimate il 23 ottobre, ma ad oggi il cantiere è ancora lì. Dall’altra parte c’è il “Campo di Massanunziata”, concesso dall’Amministrazione comunale al Calcio Catania SpA già da diversi anni. Attualmente è il Centro Sportivo della società rossazzurra, in attesa della nuova struttura in costruzione. È diventato una sorta di feudo della squadra etnea che lo gestisce.

E tuttavia, a lasciare a bocca aperta è il documento del 14 settembre, destinato all’attenzione del Sindaco Maugeri, firmato dai Consiglieri Comunali Casesa Tiziano e Testa Luciano. Dalla missiva si evince che il Calcio Catania, secondo accordi verbali già consolidati negli anni, consegna all’Amministrazione trenta abbonamenti per la stagione di Serie A, da destinare ai consiglieri ed agli amministratori, come contropartita del “Campo di Massannunziata”.

Insomma, a quanto pare, al Comune di Mascalucia sembrano sentire meglio la voce della Serie A. Con trenta abbonamenti non c’è spazio per una piccola realtà radicata nel territorio.
Per avere un campo in affitto non basta l’impegno con i bambini, con i giovanissimi, con gli allievi o la seconda Categoria, ci vuole di più, ci vuole la Serie A.

(Per SUD del 17 dicembre, pagina 13)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...