Collateral Murder, c’è poco da inventarsi un titolo diverso

È stato ripreso da un elicottero apache statunitense durante un’azione a Baghdad nel 2007. L’elicottero aveva sparato uccidendo 11 persone tra cui un fotografo e un autista della Reuters: i miltari avevano sostenuto allora che si fosse trattato di un combattimento contro “forze ostili”. Dal video non sembra: i responsabili della Reuters avevano chiesto che fosse reso pubblico il materiale girato dall’elicottero ma era stato loro negato. Il video è ora entrato in possesso di Wikileaks che lo ha appunto messo online. È abbastanza impressionante: nei ripetuti attacchi dell’elicottero vengono anche feriti due bambini. Per ora lo hanno segnalato solo la BBC e loHuffington Post, tra le grandi testate giornalistiche. (Anche Le MondeAl Jazeera: tra poco la daranno tutti). (Da Wittgenstein)

Oggi, ovviamente, un po’ tutte le più grandi testate giornalistiche ne hanno parlato, non potevano non farlo.

Queste immagini, che tanto ricordano quelle del film The Hurt Locker, sono un documento che dimostra quanto sia facile per molti militari uccidere qualcuno, quasi si trattasse di un video game e, infondo, la dinamica dell’attacco evidenza come quella del gioco sembra essere la migliore spiegazione, perché? Perché non c’è rischio. Si spara, infatti, contro indifesi ed inoffensivi civili e, addirittura, lo si fa dall’alto, dal robustissimo apache che non può certo essere abbattuto da una pietra o altro, che comunque non c’è stato. Si sale con le auto sopra i cadaveri, si spara sui soccorritori, si spara, si spara e c’è pure l’attesa snervante per poterlo fare. Un gioco perché si impreca e si ride, mancava solo la birra -non sappiamo se ci fosse- e la serata da sala giochi c’era tutta.

Io ho provato ad inventare un titolo, ma non  me ne veniva nessuno che non contenesse almeno un insulto di frustrazione contro gli assassini o meglio contro i giocatori.

Annunci

Una risposta a “Collateral Murder, c’è poco da inventarsi un titolo diverso

  1. Pingback: Notizie dai blog su WikiLeaks colpisce ancora: Collateral Murder

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...