Walt, un lungimirante sognatore

Walter fu l’uomo che diede vita all’impero dell’intrattenimento conosciuto oggi da tutti col nome di Walt Disney Company. Film, tv, parchi tematici, hotel, ed una infinità di merchandising sono un significante segno di ciò che questo ragazzo, a cui piaceva disegnare, riuscì a fare nella sua vita. Walter Elias Disney (Chicago, 5 dic. 1901 – Burbank 15 dic. 1966) con le sue opere rivoluzionò il mondo del cinema animato e, ancor di più, le sue idee contribuirono a trasformare il mondo del divertimento per le famiglie così come lo conosciamo attualmente.

L’ideatore del famosissimo Topolino (Mickey Mouse), esordì disegnando campagne pubblicitarie presso alcune agenzie, ma la sua verve di creatore venne fuori quando, insieme col suo collega Ub Iwerks, iniziò a sperimentare in un garage con una cinepresa. Passò, così, dalle immagini ritagliate sulla carta ai primi corti della sua carriera: i Laugh-o-Grams, la serie delle Alice Comedies, Oswald The Lucky Rabbit. Siamo negli anni ’20 ed una serie di eventi porteranno Walt a creare, insieme col suo amico Ub, Plane Crazy il cui protagonista è un topo, Mickey. Il topolino fu il primo cartone a parlare, ridestando grande consenso nell’opinione pubblica, in Steamboat Willie (vedi il video) al Colony Theater di New York il 18 novembre del 1928, l’idea fu del lungimirante Walt. Si diede vita, allora, alla serie delle Silly Simphonies, cartoni non più muti ma pieni di musica. E fu proprio Silly Simphonies, Flowers and Trees (Fiori e Alberi) del 1932 il primo cartone animato a colori.

Dopo la sperimentazione della Multiplane Camera nel corto Il Vecchio Mulino (1937), che diede effetti tridimensionali al cartone, Walt decise di osare portando a compimento il primo lungometraggio animato che per struttura narrativa non aveva nulla da invidiare ai veri film: Biancaneve e i Sette Nani. Il successo fu enorme, il cartone passava da breve momento d’intrattenimento secondario a re della sala. Il solito, lungimirante Walt! Seguirono anni di film costosi -troppo- e importanti da Pinocchio a Fantasia o -meno costosi- come Dumbo e Bambi, anni di guerra nei quali nascono opere di propaganda commissionate dal governo: Saludos Amigos, I Tre Caballeros e I Racconti Dello Zio Tom, il primo film con persone reali. Nel dopoguerra egli continuò la produzione di lungometraggi di qualità da Peter Pan a Cenerentola, da Alice Nel Paese Delle Meraviglie alla Bella Addormentata Nel Bosco. L’ultimo film di successo, fortemente voluto da Walt, fu Mary Poppins. Ma la sua eredità ha permesso la produzione di una quantità immensa di film di qualità che hanno continuato a far sognare ed emozionare il pubblico.

Parallelamente alla sua attività nel mondo del cinema, da grande imprenditore qual era, egli portò avanti l’immagine delle sue creature. Già alla fine degli anni ’20, effettivamente, si poteva riscontrare la presenza di Mickey in vari prodotti di merchandising; esisteva, inoltre, una diversificazione della linea produttiva: fu di quegli anni la nascita del fumetto Topolino. Negli anni ’50 sfruttò la televisione per promuovere la sua più geniale ed originale idea Disneyland, non solo per il grande riscontro economico, ma anche perché traduce perfettamente la sua capacità di sognatore. Il parco tematico: un mondo ideale, dove tutti si sorprendono, giocano e si divertono. La Medaglia presidenziale alla libertà, 3 premi Oscar alla carriera e un premio Oscar alla memoria Irving G. Thalberg, sono alcuni dei numerosi riconoscimenti che furono conferiti a quest’uomo lungimirante.

(per Unimagazine – BlogList – Sipario)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...